Viso radioso in poche mosse

Una corretta detersione è alla base della bellezza e della salute dell'epidermide del viso e del corpo. La detersione deve essere accurata, ma mai aggressiva per lo strato corneo dell'epidermide, che ci protegge da aggressori chimici, ambientali, fisici. In questo periodo ci viene raccomandato di lavarci spesso le mani, cosa che consigliamo vivamente anche noi; stiamo attenti ai contatti e laviamoci bene le mani con tutte le indicazioni che ci hanno dato. Se le mani risulteranno un po' secche per via dei tanti lavaggi o degli igienizzanti un po' aggressivi, basterà mettere un po di crema idratante alla sera prima di andare a dormire e farla agire durante tutta la notte. Se vi interessa prossimamente parleremo anche di questo, ma adesso torniamo al nostro discorso... A volte ci si lava troppo, altre volte troppo poco, oppure in modo errato.

Il concetto di pulizia del viso si spinge ben oltre la "semplice" eliminazione dello sporco: pulire accuratamente il viso significa prendersi cura di se stessi, preservare la pelle nelle condizioni ottimali e prevenire il deposito di batteri, impurità ed accumuli di sebo sulla pelle del viso.


Da un'esagerata pulizia del viso si può paradossalmente ottenere l'effetto contrario: una detersione eccessiva può infatti rimuovere il sottile strato naturale che riveste la pelle, inaridendola e rendendo la cute più sensibile e soggetta ad infiammazioni e brufoli. Ma allora come dobbiamo comportarci? La pelle va lavata il "meglio" possibile, come? Il primo passaggio per una corretta pulizia del viso è la detersione Consiste nell'asportare lo sporco dalla pelle e questo si può fare in due modi principali: per affinità o con sostanze atte ad emulsionare e solubilizzare i grassi (tensioattivi). I detergenti per affinità sono in genere oli detergenti che non agiscono per contrasto ma appunto per "affinità" . I grassi in eccesso o le impurità vengono solubilizzati mantenendo inalterato il mantello idrolipidico fisiologico. Questo tipo di detersione è particolarmente indicata in tutti i soggetti allergici ai tradizionali detergenti schiumogeni. Gli altri tipi di detergenti comprendono i saponi, le creme detergenti, struccanti e latti detergenti. Il secondo passaggio da fare per una corretta pulizia è il Tonico. Questo prodotto,spesso sottovalutato, è altrettanto importante. Acque e tonici consentono di eliminare al meglio impurità, inquinamento e tutti i residui più nascosti di trucco,sebo, cellule morte e di detergente; ci aiuta così ad avere giorno dopo giorno una pelle più bella e luminosa. Questi preparati favoriscono anche il mantenimento di una migliore idratazione dell'epidermide durante la giornata e ne riequilibrano il PH naturale mantenendolo a livelli ottimali. Acque troppo dure o saponi troppo aggressivi possono alterare il naturale equilibrio del pH, causando inestetismi cutanei. Le preparazioni acquose hanno anche un ulteriore uso specifico in base alle proprietà delle piante utilizzate. Qualche esempio veloce... malva e camomilla sono lenitive, betulla e hamamelis hanno azione astringente, bardana, rosmarino e limone astringenti e antisettici.


I tonici e le acque andrebbero usati la sera dopo essersi struccate e la mattina prima di stendere la crema per poi applicare il trucco. Ricordatevi che tutti prodotti cosmetici devono essere scelti sempre in base al tipo di pelle!

Dopo aver deterso ed asciugato il viso, si raccomanda di applicare, sia al mattino che alla sera, una crema nutriente, idratante od emolliente per mantenere la pelle morbida, idratata e luminosa. Ma questa è un'altra storia...

Se volete saperne di più, continuate a seguirci, presto nuovi argomenti e nuovi consigli!

La pelle vi ringrazierà ;)